8 December 2019

Nuova perturbazione, mercoledì 27 interesserà nord e centrali tirreniche

Puntuale come un orologio svizzero, la perturbazione che avevamo individuato e descritto nel nostro ultimo VIDEO meteo, si appresta a interessare l’Italia, risultando più attiva sulle nostre regioni settentrionali e su quelle centrali tirreniche.

MERCOLEDI 27 novembre al mattino coperto con precipitazioni sulle regioni settentrionali, a tratti intense su Liguria centro-orientale, fascia prealpina e pedemontana lombardo-veneta. Fenomeni discontinui invece su basso Piemonte e fascia pedemontana emiliano-romagnola. Nubi anche su tutte le regioni tirreniche fino alla Calabria e sulla Sardegna, ma con minor probabilità di pioggia. Schiarite su medio versante adriatico e sul resto del sud. Nel pomeriggio le piogge si attenuano su Lombardia e settori di nord-ovest, si concentrano su Triveneto, fascia settentrionale dell’Emilia Romagna, portandosi poi sulla Toscana, per proseguire successivamente su Umbria, Lazio e nord Sardegna. Al sud nubi irregolari, ma in prevalenza asciutto.

Quota neve tra 1.400 e 1.600 metri sulle Alpi, intorno a 1.900-2.000 metri sugli Appennini. Ventilazione moderata da Ponente e Libeccio ad eccezione della val Padana dove proverrà da est. Mari fino a molto mossi. Temperature in calo nei valori massimi al nord, al centro e sulla Sardegna, invariate altrove.

GIOVEDI 28 molto vento ma poche precipitazioni, relegate in prevalenza lungo la cresta delle Alpi e lungo i versanti tirrenici.

Luca Angelini

Powered by Siteground