15 December 2018

Nuova perturbazione sull’Italia, ecco le PIOGGE di mercoledì 7 novembre

.COMMENTO GENERALE: la traccia dell’ultimo vortice isolato sul Mediterraneo lascia spazio ad una accelerazione delle correnti in ehtrata sul nostro Continente e questo spiana la strada alle perturbazioni che man mano si formano sull’oceano. Una di queste si sta portando sull’Italia proprio ora mentre stiamo scrivendo (ore 21.30 di martedì novembre).

In realtà però le cose, per questo nuovo corpo nuvoloso, non andranno proprio via lisce; la sua corsa verso levante infatti verrà rallentata dal consolidamento dell’anticiclone sull’Europa balcanica, Il rialzo della pressione che interesserà in parte anche l’Italia – come abbiamo descritto nel nostro ultimo VIDEO ricordate? – andrà anche ad indebolire detta perturbazione.

NOTTE: i fenomeni comunque non mancheranno e interesseranno in nottata gran parte delle regioni settentrionali, e in particolare quelle nord-occidentali. Gli accumuli piovosi più abbondanti sono attesi sull’alta Lombardia e sull’alto Piemonte (Biellese, Ossola e Verbano, tutti settori per i quali la Protezione Civile ha emanato lo stato di allerta arancione. Quota neve attesa intorno a 2.000 metri.

MATTINA: nel corso della giornata poi le piogge, per quanto parzialmente attenuate, potranno insistere fino ametà giornata soprattutto sulla Lombardia, ma ancora interesseranno anche le altre zone del nord, in particolare Veneto, Friuli, Venezia Giulia, Liguria ed Emilia.

POMERIGGIO: frattanto le piogge avranno guadagnato anche le regioni centrali e meridionali, presentandosi soprattutto sulle regioni del versante tirrenico, quindi Toscana, ovest Umbria, Lazio, Campania, Calabria tirrenica e Messinese tirrenico poi, in successione, anche il Potentino e il Salento.

Su tutte queste zone si tratterà di fenomeni sparsi e con accumuli nel complesso non eclatanti, ma che tra Lazio, Campania, Calabria e nord Sicilia, potranno manifestarsi localmente anche a sfondo temporalesco.

In SERATA tendenza  acessazione delle precipitaziono, ad eccezione della Valle d’Aosta, delle Alpi piemontesi e lombarde che verranno raggiunte dalla coda di una ulteriore perturbazione (ne parleremo in un prossimo articolo). La quota neve scenderà fin verso i 1.600-1.800 metri.

Luca Angelini

Nuova perturbazione sull’Italia, ecco le PIOGGE di mercoledì 7 novembre