19 July 2018

Nuova settimana: poche piogge sull’Italia ad eccezione del nord

Come si conviene in questo periodo stagionale, le correnti atlantiche e le relative perturbazioni, scorrono molto a nord in latitudine. Con questo tipo di situazione le piogge sull’Italia possono arrivare solo per altra via, con la discesa di una goccia fredda dal nord Europa. Questo è quanto pare debba avvenire  a metà della nuova settimana.

L’azione destabilizzante di un piccolo vortice in discesa dal Baltico andrà infatti ad attivare condizioni di tempo instabile sulle nostre regioni settentrionali, e in parte anche sull’Appennino centrale, tra martedì 10 e mercoledì 11 luglio. Si conferma dunque l’ipotesi che avevamo tracciato nel nostro ultimo video. La figura sopra (click per aprirla) ci mette in evidenza la sommatoria delle piogge stimate in via probabilistica dai modelli per i prossimi sette giorni.

Quanto detto porterà alcuni rovesci e temporali al nord, temporali che sui monti (Alpi, Prealpi e Appennino settentrionale) potrebbero già attivarsi lunedì sera. L’apice dell’instabilità si focalizzerà, come detto, tra martedì e mercoledì – quando si avrà anche qualche acquazzone sull’Appennino centrale – con uni strascico locale pomeridiano giovedì 12 al nord, dove si avrà anche un lieve calo delle temperature. Sul resto del Paese tempo soleggiato e stabile, con caldo nel complesso moderato.

Da venerdì 13 ritorno del sole e del tempo stabile su tutta l’Italia.

Luca Angelini

Nuova settimana: poche piogge sull’Italia ad eccezione del nord