Peggioramenti “fantasma”, il caso della prossima settimana

Nel nostro ultimo VIDEO avevamo accennato alla possibilità di un cambiamento nello stato del tempo per la prossima settimana. Ebbene nel frattempo si è attuata una modifica dei campi di pressione sul vicino Atlantico. A causa di una maggior resistenza opposta dal campo anticiclonico attualmente presente sull’Europa occidentale, la prima delle perturbazioni destinata al nostro continente verrà dissipata e passerà parte della sua energia all’onda successiva.

Quest’ultima, rispetto alla precedente, assumerà una traiettoria più meridiana, perchè nel frattempo il flusso portante tenderà a rallentare. In questo modo il perno della saccatura presente al traverso dell’Europa centro-orientale, attualmente posto all’altezza dei Balcani, non andrà in fase con il vortice in arrivo dall’Atlantico come in un primo tempo si poteva ipotizzare. Le due figure si manterranno separate: quello atlantico devierà verso la penisola Iberica, quello est europeo si proporrà con il suo bordo periferico lungo i versanti orientali della nostra Penisola.

In questo modo per la prossima settimana non si prospettano cambiamenti di sorta nello stato del tempo sull’Italia, se non per un temporaneo raffreddamento rispetto alle temperature miti attuali, raffreddamento che prenderà già il via già nel weekend e che comunque non farà altro che riportare i valori della temperatura intorno alla media del periodo. Poco o niente invece dovremo aspettarci dal punto di vista delle precipitazioni, pur se il cielo potrà certamente venir solcato da temporanei passaggi nuvolosi, specie nella prima parte della settimana.

Seguiremo comunque l’evoluzione e vi sapremo confermare o meno queste indicazioni nel video online sul nostro CANALE YOUTUBE venerdì sera.

Luca Angelini

Peggioramenti “fantasma”, il caso della prossima settimana

 

Peggioramenti “fantasma”, il caso della prossima settimana