30 November 2020

Per fare chiarezza: dove è piovuto fino ad ora e dove pioverà nelle prossime ore

LA TEMPISTICA E’ IMPORTANTE: come previsto, il gran rumore generato da un’informazione mediatica al solito generalista, catastrofista, imprecisa, distorta ed erogata a soli fini speculativi, ha messo in confusione molto utenti riguardo la tempistica del peggioramento in arrivo. Molti utenti (non di questo sito dato che erano stati correttamente informati), si aspettavano grande maltempo su tutta l’Italia fin dal mattino e per tutta la giornata.

LE PIOGGE NON SONO TUTTE UGUALI: a tal proposito sarà bene sottolineare che il transito delle perturbazioni primaverili non genera quasi mai precipitazioni continue e persistenti (più tipiche dell’autunno e dell’inverno quando ci si trova in presenza di fronti caldi, ossia di aria mite che scorre sopra aria fredda), bensì si accompagna a rovesci a distribuzione irregolare e di natura intermittente, talora anche intensi, ma sempre intervallati da pause. Questo perchè, in questo caso, è l’aria fredda (di origine atlantica) ad avere parte attiva con il suo tipico ingresso turbolento, “a colpi”.

DOVE HA GIA’ PIOVUTO: ora, specificati i motivi tecnici che possono dare volti diversi alle nostre piogge, andiamo a vedere dove ha piovuto fino ad ora (fino alle 09.00 di mercoledì 3 aprile). Per farlo possiamo utilizzare la cartina nella prima figura in alto (clic per aprirla), la quale rappresenta le piogge rilevate dalla Rete Meteonetwork nelle prime 9 ore di mercoledì. Come vedete poche piogge e relegate a determinati settori (proprio quelli messi in previsione).

DOVE PIOVERA’ NELLE PROSSIME ORE: adesso andiamo a vedere dove pioverà nelle prossime ore (fino alle 24.00 di mercoledì 3 aprile), seconda carta sopra, sempre elaborata da Meteonetwork. Ecco le prime piogge decise che si accalcano su determinati settori (la scala graduata in basso ci aiuta a capire quanto pioverà.

Terza carta (qui sopra): ci indica dove pioverà nelle successive 24 ore, ossia fino alle 24.00 di giovedì 4 aprile. Sarà proprio in quest’arco temporale, tra mercoledì sera, la notte successiva e buona parte della giornata di giovedì, che si collocherà l’apice di questo passaggio perturbato, sempre in un contesto di precipitazioni irregolari, magari anche localmente temporalesche, ma sempre a carattere discontinuo.

Più preciso di così…

Luca Angelini

Powered by Siteground