Per fine mese torna aria FREDDA al sud

Due figure di bassa pressione associate ad altrettanti nuclei di aria fredda si daranno appuntamento  sull’Italia nell’ultima settimana di novembre.

In particolare, grazie alle attuali analisi numeriche probabilistiche, stiamo osservando un vortice in arrivo dall’Atlantico, associato ad aria polare marittima e una saccatura in discesa dall’Artico verso l’Europa orientale, carica di aria artica marittima continentalizzata. Le due figure agiranno in sinergia, tant’è che il vortice atlantico farà da esca per la discesa gelida russa con richiamo di venti freddi nord-orientali in direzione delle nostre regioni meridionali.

Lo start di questo nuovo raffreddamento prenderà il via lunedì 26 novembre (e coinvolgerà in maniera lieve un po’ tutta l’Italia), ma sarà tra il 28 e il 30 novembre che avverrà l’affondo più deciso (per quanto di breve durata) delle temperature, che si porteranno su valori al di sotto della media fino a 3-4°C su tutto il meridione, sulle regioni del medio versante adriatico e sulla Sardegna.

Nei prossimi aggiornamenti seguiremo l’evoluzione descritta, che attualmente emerge dagli scenari probabilistici, individuando la risposta delle simulazioni operative che ci forniranno anche tutti i dettagli del caso.

Luca Angelini

Per fine mese torna aria FREDDA al sud