Perchè sta facendo così FREDDO di notte? Cosa accadrà i prossimi giorni?

Della presenza dell’aria fredda, ampiamente annunciata a suo tempo, ci siamo ormai accorti tutti. Quel che si sta notando di questo calo delle temperature è particolarmente vistoso nella discesa dei valori minimi notturni, soprattutto nelle aree soggette a clima continentale, dove nell’ultima notte (quella su giovedì 27) sono stati registrati valori anche molto inferiori a 10°C; basti pensare ai 4°C di Arezzo, ai 5°C di Firenze, Ferrara e Frosinone, ma anche ai 6°C di Milano o agli 8°C di Torino e Bologna (per Bologna vedi figura in alto, clic per aprirla).

Siamo sotto la media del periodo ma nulla di eccezionale, anzi semmai l’eccezionalità erano i  30°C e passa registrati nelle ore pomeridiane fino a qualche giorno fa.

Il tutto è dovuto alla cessazione del vento nord-orientale che, grazie anche alla presenza di un campo anticiclonico con afflusso di aria più mite in quota, ha permesso il deposito e la sedimentazione dell’aria fredda nei bassi strati. Una situazione di elevata stabilità che “incoperchia” o “sigilla”, per così dire, la massa d’aria fredda e secca (densa e pesante) prima affluita, la quale può contare anche sugli effetti dell’irraggiamento radiativo notturno che determina una sensibile perdita di calore verso lo spazio.

Prossima notte (quella su venerdì 28) ancora freddina (per il periodo), ma i valori massimi saranno in aumento già dal pomeriggio di oggi, giovedì 27, poiché l’avvezione calda in quota inizia ad erodere l’atmosfera e il cuscino freddo inizia a  “soffrire” (vedi sempre la figura in alto). Per questo venerdì localmente, si potrà tornare sopra i 25°C, il tutto in attesa delle prossime mosse del tempo.

Luca Angelini

Perchè sta facendo così FREDDO di notte? Cosa accadrà i prossimi giorni?