23 October 2020

Pericolo valanghe elevatissimo sulle Alpi, non avventurarsi in alta montagna

Massima allerta in alta montagna, dove il consistente manto nevoso presente si sta instabilizzando notevolmente a causa di un repentino rialzo delle temperature in quota. Il pericolo di valanghe è massimo sia sabato 23 che domenica 24 sulle Alpi occidentali e centrali, moderato su quelle orientali.

Le maggiori criticità interessano i seguenti settori, dove l’Aineva ha assegnato un livello di pericolo massimo, compreso tra 4 e 5: Alpi Marittime, Cozie, Graie, Pennine e Lepontine, ossia Valle d’Aosta e Piemonte. La giornata più critica sarà quella di DOMENICA 24 novembre.

VALLE D’AOSTA: sono probabili valanghe, di dimensioni da medie a molto grandi e in alcuni casi le masse nevose possono raggiungere il fondovalle.
Le esposizioni più critiche sono quelle nord-occidentali, poste sottovento e quindi soggette ad accumuli di spessore davvero importante, in grado di dare origine a valanghe miste, nubiformi e asciutte se il distacco avviene ad alta quota, ma via via più umide e radenti man mano che la neve si umidifica alle quote più basse. Il limite pioggia/neve è previsto a 1.600-1.900 metri.

PIEMONTE: è attesa una significativa attività valanghiva spontanea, con valanghe di dimensioni grandi o molto grandi che potranno raggiungere anche le zone antropizzate ed interferire con le infrastrutture di fondovalle. Sui settori nord-occidentali e su quelli al confine con la Liguria sono possibili valanghe di dimensioni estreme. I lastroni di notevole spessore, diffusi sui pendii a tutte le esposizioni, potranno essere facilmente sollecitati già al passaggio del singolo sciatore e innescare valanghe di dimensioni considerevoli.

Un livello 3 (pericolo marcato) è stato invece assegnato per l’intero comparto montuoso lombardo, sulle Dolomiti, sulle Alpi Carniche e Giulie.

In ogni caso, e su tutti i settori, anche in considerazione delle condizioni meteorologiche avverse in quota, le attività in ambiente innevato sono fortemente sconsigliate.

Per ulteriori informazioni:

  1. Arpa Piemonte
  2. Regione Valle d’Aosta
  3. Tutte le Alpi AINEVA

Luca Angelini

Powered by Siteground