20 January 2021

Perturbazione in transito, si inizia con le PIOGGE di mercoledì al nord

La prima perturbazione dopo tanto tempo, un vero toccasana per molte zone del nord Italia, falcidiate da una cronica carenza di precipitazioni che si protrae ormai dallo scorso inverno. Ben venga allora la pioggia, considerando anche il fatto che i fenomeni si dovrebbero presentare moderati e nelle giuste proporzioni, quindi senza eccessi, pur se distribuite diversamente da zona a zona.

E cominciamo quindi proprio dalla distribuzione degli accumuli piovosi, così come vengono stimati dai modelli numerici di previsione: per motivi legati all’interferenza orografica nei confronti dei venti meridionali che forniranno il carico umido alla perturbazione e quello dinamico ai moti verticali atti alla costruzione dei tessuti nuvolosi, le precipitazioni risulteranno più persistenti e abbondanti lungo la fascia alpina e prealpina, nonchè sulla Liguria di Levante.

Le stesse precipitazioni potranno invece presentarsi in modo più discontinuo e con accumuli modesti su Cuneese ed Emilia Romagna, fatta eccezione per la fascia prossima al percorso del Fiume Po.

Un cenno alle quote neve, mediamente attestata intorno a 1.600-1.800 metri lungo le Alpi, intorno a 2.000 metri sulla fascia prealpina e, occasionalmente, sulle cime più elevate dell’Appennino settentrionale.

Giova infatti ricordare che nel corso della giornata le piogge raggiungeranno anche la Toscana, investendo in particolare i settori settentrionali, sopra a tutti la Versilia, dove potranno aversi accumuli del tutto paragonabili a quelli attesi sulla Liguria di Levante.

Ulteriori precipitazioni sono attese anche nella successiva giornata di giovedì 27 aprile, approfondiremo in separata sede.

Luca Angelini

Perturbazione in transito, si inizia con le PIOGGE di mercoledì al nord