Pillole meteo: lo stretto legame tra “virga” e Foehn

Anzitutto di costa stiamo parlando? Per “virga” (qui un articolo di approfondimento) si intende una precipitazione liquida o solida che cade dalle nubi ma che, incontrando strati d’aria asciutti evapora o sublima prima di incontrare il suolo. Il Foehn è il tipico effetto che subisce una corrente in caduta dalle montagne (qui la definizione e qui numerosi articoli correlati) che si riscalda e determina un repentino aumento delle temperature.

I fenomeni atmosferici di virga e Foehn sono strettamente collegati e si presentano spessissimo insieme: nelle seguenti immagini mostro il loro legame confermato sia dal punto di vista visivo, sia da quello dei dati meteorologici.

Partiamo dalla bella immagine didattica qui sopra (click per aprirla), a cura del CGP (giorno 1 ottobre 2018 ore 14.00 circa), rielaborata da me. La webcam punta verso nord dal Campo dei Fiori (alture di Varese) e si possono vedere vistose virga che cadono dai nembostrati: è il segnale che sul Lago di Lugano è entrato il Foehn, infatti le gocce di pioggia non riescono a toccare il suolo, ma evaporano quando attraversano i bassi strati dell’atmosfera. Questo è un fenomeno tipico da fronte freddo in presenza di barriere montuose, sopratutto quando il minimo di pressione si trova in prossimità delle Alpi; se esso si trova lontano, ad esempio sul Mar Ligure, le piogge sono estese, prolungate e non si crea fohn, perché la differenza di pressione prima e dopo il fronte non è sufficientemente rapida per instaurarlo

Anche i dati delle stazioni meteo del CML (qui a a fianco) confermano ciò: si nota il vistoso abbassamento dell’umidità relativa.

Nella fattispecie, la stazione meteo amatoriale di Maggia (CH), a cura del CML mette in evidenza l’improvviso e repentino calo igrometrico, coincidente con l’instaurarsi di effetti favonici. Il Canton Ticino è per sua natura una delle zone dove il favonio è frequentissimo: una statistica del CGP dimostrava che la media è 35-38 giorni l’anno, a seconda delle zone, in pratica ogni 10 giorni.

 

Davide Santini

Pillole meteo: lo stretto legame tra “virga” e Foehn