4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Piogge alluvionali ma danni limitati in Liguria, quando previsioni, allerte e territorio funzionano

La spaventosa linea temporalesca autorigenerante comparsa nella notte su martedì 15 ottobre sul mar Ligure poteva causare un disastro. I crismi per riversare sulla Liguria quantitativi di pioggia ingenti erano stati correttamente calcolati dai modelli numerici, tanto che la Protezione Civile aveva diramato un adeguato stato di allerta per le zone a rischio.

Fabbriche 497mm
Porto di Arenzano 407mm
Genova Pra: 390mm
Multedo 297mm
Sestri Ponente 242mm
Masone 295mm.

Proprio ieri parlavamo di accumuli da “fondo-scala”; sulla carta erano quantitativi sufficienti a generare una alluvione lampo, che però fortunatamente non c’è stata. Allagamenti e smottamenti non sono mancati, ma nel complesso poteva andare molto peggio, anzi in passato, con situazioni analoghe e anche meno estreme, era effettivamente andata molto peggio.

Cura del territorio migliorata? Allerte diramate opportunamente? Previsioni centrate al minimo dettaglio? Oppure semplice causalità positiva? Nessuno mai lo saprà, resta il fatto che va riconosciuto a priori il grande lavoro della filiera previsionale e sottolineare ancora una volta l’importanza vitale delle previsioni in queste situazioni meteo al di là di ogni limite.

Luca Angelini

Powered by Siteground