Pioggia caduta, stiamo recuperando il deficit

Ricordate il problema che ci affliggeva fino a qualche mese fa, quello del deficit idrico? Ebbene, finalmente, la stagione invernale generosa (pioggia, ma anche tanta neve in montagna) e l’inizio della primavera ugualmente piovosa stanno dando una grossa mano.

Incrociando i dati ufficiali della NOAA e del CNR, abbiamo rilevato che in Italia, nel trimestre dicembre-gennaio-febbraio, la piovosità si è attestata ad un +16% rispetto alla media climatologica. Se in valore assoluto non sembra molto, in paragone al deficit cronico che ci assillava fino allo scorso autunno con trimestri da 80% di piovosità in meno, è certamente una buona notizia.

La cartina allegata in figura (fonte NOAA, click per aprirla), ci conferma questo dato e ci dà, in più, anche una distribuzione dei campi di anomalia. Si nota che c’è ancora qualche settore rimasto indietro, come per esempio l’area laziale e la Sicilia orientale, mentre per il resto, come detto, stiamo andando bene  e possiamo affacciarsi al prossimo semestre estivo con un po’ di serenità in più il che, di questi tempi, certamente non è poco.

Luca Angelini

Pioggia caduta, stiamo recuperando il deficit