22 October 2020

Pioggia, vento temperature, tutto quello che c'è da sapere sul tempo dei prossimi giorni

16 dicCOMMENTO: la settimana che ci porterà dritti al Solstizio d’inverno ci restituisce uno scenario complessivamente dinamico ma nel complesso, sull’Italia, ben poco invernale. La ricompattazione della circolazione circumpolare si evidenzia con una accelerazione del fiume di vento d’alta quota, in particolare della Corrente a Getto Polare, costretta a fare gli straordinari per i forti contrasti che si genereranno tra le alte latitudini, interessate dal lago gelido polare, e le medie latitudini, sottoposte alla forzante anticiclonica subtropicale.

SITUAZIONE: la prima parte della settimana vedrà il flusso perturbato principale in uscita dal nord America a scorrere ad alto indice zonale (da ovest verso est) fino al golfo di Biscaglia (Francia) dove si evidenzia poi un delta con relativa biforcazione: il Getto principale prosegue verso est scorrendo oltre il 60mo parallelo ( nord Europa), il Getto derivato devia in senso meridiano puntando verso la Penisola Iberica, dove va ad alimentare un centro di bassa pressione che si renderà responsabile di un generale peggioramento su tutta l’Italia. La seconda parte della settimana sarà caratterizzata dall’espansione dell’anticiclone delle Azzorre, che darà luogo ad un generale miglioramento associato ad un netto rialzo del campo termico.

PREVISIONE: condizioni di moderato maltempo lunedì 15 al nord, al centro e sulla Sardegna, con precipitazioni frequenti, localmente temporalesche su Liguria e Toscana. Nevicate in montagna tra 1400 metri (Alpi) e 1600 metri (Prealpi, Appennino settentrionale e centrale). Scirocco al sud. Temperature in incipiente rialzo al di sopra dei valori medi. Il maltempo si trasferirà martedì 16 su nord-est, Emilia Romagna e centro-sud. Qualche temporale su coste di Lazio e Campania. Quote neve invariate, Scirocco e temperature lievemente superiori alla norma su tutto il Paese.

19dicMercoledì 17 subentrerà poi una certa variabilità, con il sole che inizierà a prevalere a partire dal nord, mentre correnti più fresche nord-orientali potranno dar luogo a qualche spruzzata di neve lungo il versante adriatico dell’Appennino fino a 1000 metri. Giovedì 18 una perturbazione si approssimerà all’arco alpino ma rimarrà oltre confine per l’espansione dell’anticiclone delle Azzorre. Neve sui settori alpini di confine, prevalenza di sole sul resto del Paese, con rotazione del vento dai quadranti nord-occidentali e ulteriore rialzo delle temperature, soprattutto al nord-ovest.

Venerdì 19 sarà probabilmente la giornata più gradevole della settimana, con tempo soleggiato e temperature diversi gradi al di sopra della norma. Sabato 20 una nuova perturbazione transiterà oltralpe, dando luogo a qualche nevicata lungo i confini e richiamando un po’ di nuvolaglia a ridosso delle regioni tirreniche, dove non si esclude qualche breve pioggia. Clima ancora mite per la stagione.

TENDENZA SUCCESSIVA: non si evidenziano grandi cambiamenti neanche nei giorni successivi, con l’alta pressione che potrebbe stazionare sul Mediterraneo e l’Italia ancora sino a lunedì 22 dicembre, pur se con qualche infiltrazione di aria più fresca e instabile destinata alle centrali adriatiche e al sud. Entreremo nei dettagli delle rispettive giornate nel corso della settimana, man mano che procederanno gli aggiornamenti. Continuate a seguirci. Buona domenica!

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.