20 October 2018

Progetto “Ghiaccio Vivo”, il Monte Rosa sotto osservazione 24 ore su 24

Un progetto patrocinato dalla Provincia Verbano-Cusio-Ossola e dalla Comunità Montana delle Valli dell’Ossola, in collaborazione con diversi sponsor della zona. Il tutto per tenere sotto controllo a mezzo di un webcam live il ghiacciaio del Belvedere sito sotto la celebre parete est del Monte Rosa, la più alta delle Alpi che richiama certamente proporzioni Himalayane.

Ebbene, dal 26 agosto 2014 la webcam riprende a gittata continua ghiacci e rocce, poi le immagini vengono messe in sequenza per generare un time lapse (filmato con immagini accelerate) che ci consente di apprezzare, comodamente dalle nostre case, gli incredibili movimenti che si manifestano in questo luogo davvero unico.

Assolutamente impressionante seguire la discesa a valle del ghiacciaio del Belvedere, uno dei pochi in Italia ad essere caratterizzato dal fenomeno di piena noto come “surge”, che lo rende apparentemente in avanzata anzichè in arretramento come gli altri ghiacciai. Il ghiaccio ricoperto di detrito si sposta di diversi centimetri al giorno e la sua osservazione, impossibile ad occhio nudo, è possibile grazie all’occhio attento della telecamera, particolarmente interessante per renderci conto di cosa stiano combinando i cambiamenti climatici alle nostre montagne.

Interessante anche notare le numerose frane, le valanghe e i crolli di ghiaccio che si verificano a ritmo costante su tutta la parete.

Osservando l’immagine animata qui a fianco (click per aprirla ed apprezzare il movimento) si può notare come tutta la struttura del Belvedere scenda a valle. La prima immagine è del giorno successivo all’installazione il 27 agosto 2014 ore 12.00, la seconda del 13 settembre 2014 sempre delle ore 12.00

Ecco allora la nostra pagina dedicata alle webcam del Monte Rosa con le immagini in tempo reale (l’ultima in fondo alla pagina stessa è quella del Belvedere). Vi indico anche il sito web che raccoglie, sempre in tempo reale, i dati meteo dalla stazione meteorologica associata, posta alla quota di 1.950 metri, davanti alla biforcazione della lingua di ablazione del ghiacciaio del Belvedere, poco sotto il rifugio Zamboni-Zappa.

Con l’augurio di lunga vita al ghiacciaio del Belvedere e a tutti gli altri splendidi gioielli scintillanti del Monte Rosa.

Luca Angelini