Prossima notte: ghiaccio (e nebbia) in val Padana

2mDopo le recenti nevicate, sembra corretto proseguire l’informazione ponendo l’attenzione sul metamorfismo cui andrà incontro la neve caduta sui settori della pianura Padana. L’iniziale risalita delle temperature appena al di sopra dello zero e l’azione diffondente da parte della nuvolosità in fase di prossima dissipazione causeranno un incipiente fusione del manto nevoso.

Fusione che però non avrà tempo di completarsi dato l’effetto albedo dovuto all’estensione delle zone innevate tra Piemonte, Lombardia ed Emilia. Per di più, il rasserenamento del cielo previsto a partire dalle ore notturne, sarà causa di un rigelo immediato delle superfici innevate.

Nel frattempo però la neve che stava per fondere, si sarà appesantita, poichè imbibita da numerosi elementi di acqua. E proprio quest’acqua, rigelando, sarà causa di pericolose gelate questa notte su tutti i settori recentemente innevati. In altre parole, attenzione al ghiaccio!

925Non solo: consultando la modellistica (in questo caso l’ottimo modello LAM elaborato dal Consorzio LAMMA Toscana) e in particolare controllando le caratteristiche dello strato rimescolato prossimo al suolo e di quello immediatamente superiori (925hPa, circa 700 metri di quota) si notano condizioni favorevoli ad una marcata inversione termica.

Sulle regioni di nord-ovest addirittura si nota un marcato rialzo notturno delle temperature al di sopra del limite dell’inversione per effetto favonico (figura in basso), effetto che, come potete vedere nella figura in alto che si riferisce alle temperature al suolo (2 metri di altezza da terra), appunto scompare in favore di gelate e brinate. L’accumulo di aria umida negli strati più bassi e prossimi al suolo, all’interno dello strato di inversione sarà pertanto inevitabile e potrà sfociare nella formazione di insidiosi strati nebbiosi questa notte su diversi settori padani, nebbia congelante talora accompagnata da galaverna, in modo particolare lungo il corso del fiume Po.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.