Prossima settimana all’insegna del sole e del caldo

Potremmo benissimo fermarci qui, dato che il titolo di questo editoriale, una volta tanto, è sufficientemente chiaro ed esauriente da render bene l’idea. In realtà però vogliamo approfondire quel che accade dietro le quinte, non solo per pura curiosità, ma soprattutto perchè ci permette di gettare uno sguardo anche al dopo il che, come potete immaginare, non è poco.

COMMENTO GENERALE: allora, si parte da un vortice quello che ci è piombato addosso dalle latitudini polari e che ha portato una sventagliata di aria fresca e anche di temporali. Da domenica tutto tenderà ad allontanarsi verso est, lasciando spazio ad un nuovo aumento della pressione atmosferica per mano di un campo anticiclonico direttamente costruito dalle calde correnti subtropicali in risalita verso l’Europa occidentale.

carta in quota 18 luglioEVOLUZIONE SINOTTICA: questa figura atmosferica andrà ad interferire con un’ondulazione ciclonica che dal nord Atlantico estenderà la sua influenza lungo i meridiani oceanici fino ad approfondire un minimo secondario all’altezza delle isole Azzorre. Va da se che l’anticiclone in questione, non potendo porre radici sul celebre arcipelago, andrà a prelevare aria calda dal continente, quello nord-africano nella fattispecie.

Pur se l’obiettivo principale di questa nuova corrente calda in arrivo saranno i paesi Iberici, anche l’Italia avrà la sua dose di temperature al di sopra della media, ma in un contesto che nei primi giorni della prossima settimana sarà ancora caratterizzato da una componente di moto delle correnti portanti dai quadranti nord-occidentali, le quali trasporteranno aria ancora piuttosto asciutta e quindi tutto sommato ancora sopportabili. Poi, a partire da giovedì 21, aria nuovamente più umida tenderà ad affluire da ovest e a riattivare qualche temporale al nord, partendo dall’area alpina e prealpina.

mappa 7 giorniQuindi, per ricapitolare:

Tra DOMENICA 17 a MERCOLEDI 20 LUGLIO tempo soleggiato su tutta l’Italia con temperature in aumento fino a riportarsi al di sopra della media, anche se fino a martedì al sud si avvertirà ancora qualche infiltrazione fresca residua e, anche sul resto del Paese, l’aria sarà ancora abbastanza tersa. Il caldo tornerà a farsi fastidioso ovunque a partire da mercoledì. Da segnalare solo qualche locale temporale serale lunedì 18 sulle Alpi orientali per il passaggio della coda di una perturbazione diretta verso i Balcani e modesti annuvolamenti sulle Alpi nel pomeriggio-sera di mercoledì.

TENDENZA SUCCESSIVA: tra giovedì 21 e venerdì 22 luglio l’abbassamento del flusso perturbato atlantico potrà recare una nuova accentuazione dell’attività temporalesca su parte del nord, soprattutto lungo l’area alpina, mentre al centro e al sud, si avrà un ulteriore giro di vite del caldo, che tornerà a farsi sentire nella versione afosa e quindi accompagnata dal solito disagio fisico.

In ogni caso, il video che vi propongo in calce a questo editoriale, vi sarà d’aiuto per chiarirvi ulteriormente le idee sul tempo che ci aspetta nei prossimi sette giorni.

Luca Angelini

Prossima settimana all’insegna del sole e del caldo

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.