25 October 2020

Il tempo della prossima settimana: protagonista ancora la pioggia

graficRicordate cosa avevamo anticipato in questo articolo, quando dicevamo che con l’aria fredda nulla si deve dare per scontato? Bene, ora andiamo verso la resa de conti la quale, viste le ultimissime elaborazioni numeriche, sembra voglia destinarci un conto piuttosto salato. Ma andiamo all’analisi concreta di quello che accadrà nel corso dei prossimi giorni sullo scacchiere euro-atlantico.

Protagonista assoluta della scena una vasta depressione con perno sul mare di Alboran, che stringe in un solo abbraccio Marocco, Algeria, Spagna, Portogallo, Francia meridionale e Italia. Questa depressione, sotto la spinta dell’anticiclone delle Azzorre puntato verso il Regno Unito,  avrebbe dovuto spostare il suo asse verso levante e, nel corso della prossima settimana, andare a finire i suoi giorni a cavallo del nostro meridione, risucchiando così aria un po’ più fredda dai quadranti orientali.

E invece non andrà così, perchè domani, lunedì 1 dicembre, un nocciolo di aria fredda facente parte della circolazione polare, si staccherà dalla struttura madre all’altezza del mar di Norvegia e, scorrendo poi lungo la cerniera orientale dell’anticiclone delle Azzorre, finirà per andare in fase con il vortice mediterraneo. Il campo di massa di quest’ultimo si vedrà così risucchiato verso occidente, causando lo stazionamento forzato di questo vortice sull’Italia per gran parte della prossima settimana.

Come avrete ben capito, ne deriverà il persistere di condizioni atmosferiche disturbate, con frequenti periodi piovosi, alternati a temporanea variabilità. Le temperature tenderanno a scendere, ma rientreranno in media non prima del 5 dicembre al nord e del 6-7 dicembre al centro-sud. Lo schema proposto in figura mette nero su bianco questo malessere atmosferico che faticherà a lasciarci. Entreremo nel dettaglio di ogni giornata work in progress.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.