23 April 2018

Prossime ore e mercoledì 4, possibili forti TEMPORALI su Sicilia e Reggino

Già da alcuni giorni una figura di bassa pressione presente alle quote superiori si pone al traverso del Mediterraneo centrale, ponendo gli estremi del suo asse tra la Tunisia e la regione Balcanica. Entro questa figura seguita ad affluire aria fresca che mantiene in vita moderate condizioni di instabilità soprattutto sul settore ionico.

Nelle prossime ore l’area depressionaria, sotto la spinta dell’anticiclone delle Azzorre in rinforzo da ovest e di quello presente sul Mediterraneo orientale in chiusura da est, finirà per venir “schiacciata” e, ruotando su se stessa, staccherà sul posto un minimo isolato, noto come cut-off o goccia fredda. Questa rotazione richiamerà nei bassi strati aria calda e umida dal golfo della Sirte (tra Libia e Tunisia) verso il Canale di Sicilia e lo Ionio meridionale, aria calda che si troverà sormontata dal cuore freddo del vortice.

Da qui i forti contrasti termodinamici che porteranno allo sviluppo di imponenti masse nuvolose con risvolti temporaleschi, sia in mare aperto, sia su Sicilia e sud Calabria.

Il target dei fenomeni, che potranno localmente assumere anche carattere di nubifragio, parte dal pomeriggio-sera di martedì 3 ottobre fino a tutta la giornata di mercoledì 4, con qualche strascico possibile anche in quella di giovedì 5 (questo da confermare). Considerata la distribuzione del vento al livello del mare, orientato a Scirocco, saranno i versanti ionici dell’Isola e quelli esposti verso il Canale a risentire degli apporti piovosi più consistenti, si spera senza danni.

Seguiremo comunque l’evoluzione, anche a livello di impatto sul territorio, con i bollettini ufficiali emessi dalla Protezione Civile.

Luca Angelini

Prossime ore e mercoledì 4, possibili forti TEMPORALI su Sicilia e Reggino