Prossime ore, facciamo attenzione a Levante ligure e regioni centrali

Questo approfondimento non vuole essere una allerta meteo, dato che il compito è certamente demandato agli appositi organi ufficiali della Protezione Civile, ma una semplice osservazione. Dall’analisi dei più recenti elaborati numerici, si nota una situazione sinottica generale favorevole allo sviluppo di forti precipitazioni in area mediterranea. Come quasi sempre accade però, più le precipitazioni sono intense, più sono circoscritte a zone limitate e, più sono circoscritte, meno sono prevedibili nel dettaglio. In altre parole, maggiore è l’intensità del fenomeno atteso e minore è la capacità di prevederlo.

Detto questo, possiamo comunque giungere ad un soddisfacente risultato prognostico andando ad evidenziare i settori che potranno essere soggetti ad un rischio maggiore di eventi intensi. Il target temporale è quello che inizia questa sera (sabato 01 ottobre) e abbraccia tutta la notte su domenica fino alle prime ore di domenica mattina.

In linea generale (in questo articolo trovate l’approfondimento sinottico) si nota la discesa del flusso perturbato atlantico che spinge una perturbazione verso il nord Italia. Quest’ultima non sarà responsabile dei fenomeni intensi, anche se porterà indubbiamente piogge al settentrione a partire da sabato sera, ma contribuirà a richiamare aria calda e umida a precederla, risucchiando verso le nostre regioni centrali la perturbazione nord-africana attualmente tra la Sardegna e il basso Tirreno. Sarà proprio questa a determinare il rischio di forti temporali. Dove?

I settori più a tiro saranno il Levante ligure, la Toscana, l’Umbria e il Lazio. Nella notte possibile sfondamento di alcune strutture temporalesche anche verso il Riminese e le Marche. Tra la seconda parte della notte e la prima parte della mattina di domenica probabile interessamento anche della Campania e, in misura minore, anche di Abruzzo, Molise e della Sicilia occidentale.

In caso di eventuali modifiche a quanto esposto, Meteobook provvederà ad informarvi tempestivamente con un’ulteriore approfondimento, allegando comunque l’allerta ufficiale diramata dalla Protezione Civile.

Luca Angelini

Prossime ore, facciamo attenzione a Levante ligure e regioni centrali

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.