Prossime ore, spruzzate di neve fino a quote collinari al nord e non solo…

Qualche nevicata in arrivo anche lungo la dorsale appenninica e sulle zone limitrofe a quote progressivamente superiori, ma facciamo un passo alla volta. In seguito alle infiltrazioni di aria fredda di parziale natura continentale avutesi nelle ultime 36 ore, il campo di temperatura sull’Italia si è attestato su valori al di sotto della media, in modo particolare sulle regioni settentrionali.

Ora è in avvicinamento una nuova massa d’aria un po’ meno fredda e di tipo marittimo, di origine nord-atlantica. Si presenterà da ovest, accompagnandosi ad una perturbazione la cui nuvolosità d’avamposto ha già invaso gran parte del nostro settentrione, ma avrà la sua parte più attiva in coda a partire da mercoledì sera. Data la direzione di provenienza delle correnti portanti, orientate da nord-ovest, saranno i settori alpini più vicini al confine di Stato a ricevere le precipitazioni più diffuse e tra queste, sopra a tutte, la Valle d’Aosta.

La possibile distribuzione dei fenomeni, come probabilità dell’evento e intensità di sviluppo, è ben rappresentata dalla mappa in alto (click per aprirla), elaborata dal Meteonetwork e rirprodotta in fondo a questa nostra pagina.

Il limite delle nevicate si porterà al di sotto dei 1.000 metri, addirittura quasi in collina, intorno ai 700-800 metri. Sui restanti settori delle Alpi, sulle Prealpi e sull’Appennino settentrionale si tratterà complessivamente solo di spruzzate e nulla di più (non oltre qualche centimetro), salvo qualche eccezione e comunque sempre a quote piuttosto basse per la stagione, anche al di sotto dei 1.000 metri.

Poi la perturbazione salterà a grandi passi verso le nostre regioni centro-meridionali che raggiungerà tra mercoledì sera e la notte su giovedì. In questo caso le nevicate, nel complesso deboli ma a tratti anche moderate, si potranno presentare fino a un limite di 1.200-1.300 metri su Toscana, Umbria, Marche, che salgono intorno ai 1.400-1.600 metri su Lazio, Abruzzo, Molise, per finire intorno ai 1.700-1.800 metri sull’Appennino meridionale e sui monti delle Isole.

Luca Angelini

Prossime ore, spruzzate di neve fino a quote collinari al nord