29 November 2020

Protezione Civile, ecco le possibili criticità di oggi, venerdì 15 dicembre

A seguito della situazione pregressa (vedi le piene ancora in atto in Emilia), ma soprattutto della perturbazione prevista per oggi, venerdì 15 dicembre, vi alleghiamo un estratto dei bollettini emanati dalla Protezione Civile.

Partiamo con il BOLLETTINO DELLE CRITICITA’:

Moderata criticità per rischio idraulico diffuso su:
EMILIA ROMAGNA: Pianura emiliana centrale.

Moderata criticità per rischio idrogeologico localizzato su:
CAMPANIA: Alto Volturno e Matese, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini.
MOLISE: Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro.

Passiamo ora al BOLLETTINO DI VIGILANZA METEO:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania nord-orientale, Lazio meridionale e Molise occidentale, con quantitativi cumulati puntualmente elevati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana settentrionale, Appennino emiliano-romagnolo, Umbria meridionale, Sardegna, resto di Lazio e Campania e sui settori occidentali di Abruzzo, Molise, Puglia settentrionale, Basilicata e Calabria nord-occidentale, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Romagna, resto del Centro, Puglia garganica, Basilicata centrale e settori tirrenici della Calabria centrale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate: residue fino al primo mattino sui settori alpini occidentali al di sopra di 800-1000 m, con apporti al suolo generalmente deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in locale sensibile aumento le minime sull’Emilia-Romagna e al Centro-Sud.
Venti: forti in prevalenza sud-occidentali su Liguria, Emilia-Romagna e regioni centro-meridionali, con raffiche di burrasca o burrasca forte sull’Appennino settentrionale e marchigiano e nella seconda parte della giornata su quello centro-meridionale e a ridosso dei settori costieri del Lazio meridionale e della Campania settentrionale.
Mari: da molto agitato a molto mosso il Mar Ligure, molto mossi i restanti bacini, localmente agitato il Canale di Sardegna e il Tirreno centro-meridionale.

Report Luca Angelini

Protezione Civile, ecco le possibili criticità di oggi, venerdì 15 dicembre