8 April 2020

Qualche giorno con temperature molto MITI, specie al centro-sud

Con i primi giorni di gennaio inizia il periodo che la climatologia indica come il più freddo del’anno e che statisticamente si spinge fino ai primi di febbraio.

Ebbene, a dispetto della statistica climatologica, proprio nei prossimi giorni è attesa una fase caratterizzata da temperature decisamente superiori alla media per l’apporto continuativo di masse d’aria miti dall’Atlantico prima e dal nord Africa poi. Gli scarti su alcune regioni saranno anche prossimi ai 10°C.

Già oggi, giovedì 4 gennaio, sulle nostre Isole Maggiori potranno aversi temperature massime diurne fino a 17-18°C, valori che domani, venerdì 5, potranno estendersi anche al settore peninsulare, in particolare su Molise, Puglia, Basilicata e Calabria ionica e nel weekend dell’Epifania un po’ a tutte le regioni centro-meridionali.

Non sarà esente neanche la val Padana dove tra domenica 7 e lunedì 8, una volta smantellate le inversioni notturne, si potranno avere temperature massime diurne diffusamente su valori a due cifre (sino a 13-15°C), specie sui settori centro-orientali, quindi est Lombardia, Venezie ed Emilia Romagna.

Un successivo calo pare intravvedersi all’inizio della seconda decade di gennaio, anche se risulta al momento ancora molto incerto l’epilogo di questa “quasi primavera” nel cuore dell’inverno.

Luca Angelini

Qualche giorno con temperature molto MITI, specie al centro-sud