17 July 2019

Quando al nord-ovest nevicava così…

Per la loro particolare collocazione geografica le nostre regioni nord-occidentali sono spesso al centro di fenomeni opposti del tipo: o tutto o niente. Avviene per i lunghi periodi siccitosi che si alternano ad eventi alluvionali in autunno e primavera, e la cosa si conferma anche in inverno, quando è la neve a diventare protagonista. Se andiamo a ricordare cosa accadeva proprio in questi giorni di inizio anno nel recente passato, ci rendiamo conto che qui le mezze misure davvero non sono di casa.

Prendiamo ad esempio il Piemonte, dove la neve è tornata a fare la sua comparsa stagionale fino in pianura proprio ieri (mercoledì 19 dicembre): normalmente può nevicare fino a una decina di volte a stagione. La conformazione geografica che espone i versanti padani delle Alpi occidentali verso est, ricorda un po’ quello che avviene lungo i versanti adriatici dell’Appennino, in particolare su Abruzzo e Molise, con la variante che nel suo percorso l’aria perde un po’ di umidità, ma ne guadagna in bassa temperatura.

I record imbattuti del Cuneese negli inverni tra il 2008 e il 2010 sono certamente rimasti nella nostra mente per l’eccezionalità degli accumuli: l’unità di misura utilizzata normalmente, quella dei centimetri, non bastava più, e tornò utile senz’altro quella del metro. E allora rispolveriamoci la memoria con l’impressionante nevicata del dicembre 2008 a Limone Piemonte (immagini) e la suggestiva nevicata del dicembre 2010 a Cuneo città (video qui sotto).