Quando sparirà la NEBBIA in val Padana, quando arriverà la NEVE in montagna?

Sono solo due tra gli interrogativi più in voga in questi ultimi giorni, due di una lunga lista che include anche altri dubbi sulla possibile evoluzione meteorologica di questo periodo che pian piano si avvicina al Natale. Intanto però, se c’è una situazione che preoccupa, quella dei lunghi giorni trascorsi full immersion in uno strato di inquinamento davvero deleterio è forse il primo indovinello da risolvere.

Tutto prescinde dal cedimento del campo di alta pressione che grava in pianta semi-stabile sull’Europa e le analisi numeriche sembrano dare qualche barlume di speranza a partire dal fine settimana. In particolare da domenica 18 si nota un certo arretramento verso l’Atlantico da parte della campana di tempo stabile, in favore di un’atmosfera un po’ più movimentata. Per le Isole Maggiori e forse anche per l’estremo sud si profila un vero e proprio peggioramento con precipitazioni –  come abbiamo accennato in questo editoriale che comunque andrà aggiornato – mentre sul resto dell’Italia si avrà comunque un ricambio d’aria, con venti in rinforzo dai quadranti di nord-est.

Anche la val Padana ne risentirà, pur se ci vorrà un po’ per rimescolare il coriaceo strato nebbioso nei bassi strati, fatto sta che tra domenica e lunedì la nebbia dovrebbe sparire in favore di aria un po’ più salubre.

Per il nord si profila quindi solo un ricambio d’aria? In realtà gli ultimi aggiornamenti stanno individuando un piccolo nocciolo di aria fredda in quota che dal nord Europa potrebbe transitare sull’area alpina all’inizio della prossima settimana, determinando forse anche qualche nevicata senza grandi pretese. Una novità che comunque dovremo seguire e confermare nel corso dei prossimi aggiornamenti. Per questi motivi vi invito a consultare regolarmente la nostra home page dove troverete le ultimissime novità in merito.

Luca Angelini

Quando sparirà la NEBBIA in val Padana, quando arriverà la NEVE in montagna?