23 March 2019

Qui ci vogliono PIOGGIA e NEVE, e anche subito!

Inverno finora senza piogge e senza neve.

Stiamo parlando naturalmente del nord Italia – ma il discorso è valido anche per le regioni dell’alto versante tirrenico, Toscana in primis – dove nessuna perturbazione ha solcato il cielo da due mesi a questa parte. La neve che imbianca le quote alpine sopra i 2.000 metri (sui versanti meridionali anche sopra i 2.500) risale allo scorso autunno, anche se lo spessore si è praticamente dimezzato rispetto ad allora, soprattutto per l’erosione eolica dovuta ai venti forti e frequenti delle ultime settimane.

Secco ma anche freddo, con temperature spesso sotto lo zero, un mix di fattori che ha ridotto ai minimi termini la portata d’acqua dei fiumi e dei torrenti. Tra tutti spicca lo stato del fiume Po, attualmente oltre 3 metri e mezzo sotto il livello registrato a gennaio del 2017.

Sotto il livello medio del periodo anche i laghi di Como e d’Iseo, mentre il Maggiore e il Garda risultano al momento nella norma.

Fatto sta che su queste zone, sul nord Italia, sulle centrali tirreniche, c’è bisogno di pioggia e anche di neve. Ce n’è bisogno subito. Lo sanno bene gli agricoltori, ma anche gli operatori degli sport invernali e tutti coloro che seguono assiduamente e hanno a cuore le vicende meteorologiche del nostro Paese.

Forse qualcosa potrebbe cambiare alla fine della prossima settimana, ma fino ad allora ancora sole, vento e gran secco saranno gli ingredienti di questo anomalo mese di gennaio.

Luca Angelini