4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Regione lombardia: codice GIALLO per rischio incendi boschivi

Una nota a margine della situazione meteorologica in atto che, come sappiamo, risulta bloccata da diversi giorni. In particolare vogliamo segnalare quanto allertato dal Centro Funzionale e Monitoraggio Rischi Naturali della regione Lombardia riguardo l’elevata criticità per rischio incendi boschivi.

Le aree recentemente interessate dai roghi, che ricordiamo nel 90% dei casi hanno innesco doloso, si collocano in particolare tra il Varesotto, il Comasco e il Ticino svizzero. Le forti e insistenti correnti di Foehn hanno reso il suolo particolarmente secco agevolando in questo modo la mano dei piromani.

Ma ecco l’ultimo bollettino emesso dagli organi della Protezione Civile per le prossime ore, con la conferma di vento forte e secco dai quadranti settentrionali e la predisposizione dell’allerta gialla su vaste zone della regione (vedi cartina, clic per aprirla).

“Prosegue il flusso di correnti settentrionali in quota guidate da un vasto anticiclone presente sull’Europa occidentale. Fino al tardo pomeriggio/sera di domenica 6 gennaio, in alta e media quota (1.500-3.000 metri slm) generale persistenza di venti forti o molto forti (valori costanti tra 55 e 90 km/h), in graduale attenuazione dalla nottata del 06/07 gennaio.

Nello stesso arco temporale tra 700 e 1.500 metri, sui crinali e sui versanti esposti, forti venti persistenti con velocità variabili tra 30 e 55 km/h, fino a 70 km/h sul Nordovest e sulle Prealpi Bresciane. Nelle valli alpine e prealpine e sulla pianura centro-occidentale rinforzi di intensità variabile a carattere di foehn con velocità medie prevalentemente comprese tra 25 e 35 km/h e raffiche fino a 45-55 km/h. Per lunedì, 07/01, prevista attenuazione della ventilazione.”

Report Luca Angelini