Rinfrescata in vista da lunedì si “respira” a partire dal nord

Rinfrescata confermata. Una volta tanto il quadro che era stato ipotizzato dai Centri di calcolo qualche giorno fa trova il supporto anche da parte dei modelli deterministici attuali e concede tre giorni di estate gradevole sull’Italia. A questo dobbiamo aggiungere anche l’argomento precipitazioni, molto importante quest’anno, che pare possano aspergere qua e là diverse zone dell’Italia dando un provvidenziale quantunque temporaneo sollievo alle nostre terre riarse.

Riassumiamo allora la cronologia di quanto ci aspetta partendo dalla situazione generale, che vede il perno di una circolazione ciclonica colma di aria fresca a cavallo delle Isole Britanniche. Entro questo rotore sono inseriti diversi assi di saccatura che trasporteranno aria via via più fresca soprattutto al di là delle Alpi. I diversi impulsi si contraddistingueranno per mezzo di altrettanti corpi nuvolosi che riusciranno a scavalcare le Alpi e ad attraversare l’Italia da nord a sud.

LUNEDI 24 si partirà dal nord, con il ricambio d’aria che si manifesterà in giornata accompagnandosi anche al passaggio di alcuni temporali, seguiti da un rinforzo del vento da nord e da successive schiarite. I fenomeni risulteranno meno probabili su Piemonte, bassa Valle d’Aosta e Liguria, per possibile effetto favonico, mentre potranno essere anche intensi sul nord-est in serata (confermeremo in apposito approfondimento). Nevicate lungo la cresta delle Alpi sino a 3.000-3.500 metri. Altrove tempo invariato ma con rinforzo del vento di Libeccio sulla Penisola e del Maestrale in Sardegna.

MARTEDI 25 possibilità di acquazzoni sparsi su nord-est e regioni centrali peninsulari. I fenomeni potranno risultare più probabili e frequenti nelle zone interne e su quelle esposte sul versante adriatico. In serata coinvolte probabilmente anche Molise e Puglia. Possibili nevicate lungo la cresta delle Alpi fin verso i 3.000-3.200 metri. Maestrale forte sulle Isole. Rinfresca anche su tutto il centro.

MERCOLEDI 26 l’instabilità si concentrerà lungo le Alpi e al sud, con qualche rovescio non escluso (da confermare). Maestrale su tutta l’Italia con relativa rinfrescata anche al sud, dove si perderanno anche diversi gradi. Possibile Fohen al nord-ovest.

Luca Angelini

Rinfrescata in vista da lunedì si “respira” a partire dal nord