Sabato 17 qualche TEMPORALE sulle regioni ioniche e in Sardegna

Un centro di bassa pressione associato all’arrivo di aria fredda dall’Europa orientale sta per prender possesso del Mediterraneo centrale. I contrasti con l’aria mite preesistente, e soprattutto con le acque ancora relativamente tiepide dei nostri mari meridionali, favoriranno la costruzione di ammassi nuvolosi entro un’area compresa tra il nostro meridione  ela Sardegna.

Per questo motivo, nella giornata di SABATO 17 novembre saranno possibili temporali in mare aperto sullo Ionio settentrionale, con qualche possibile locale sconfinamento anche sul versante ionico della Calabria e in Salento. Su questi settori saranno possibiili apporti piovosi localmente anche abbondanti.

Rischio temporalesco complessivamente più contenuto sul resto del sud e in Sardegna, dove tuttavia la moderata attività convettiva potrà sfociare in rovesci sparsi, localmente anche forti e associati a brevi spunti temporaleschi, sempre più probabili e frequenti in mare aperto, in modo particolare sul mare di Sardegna,

La quota delle nevicate associate a tali precipitazioni si attesterà tra i 1.600 e i 1.800 metri sul tratto Calabro-lucano dell’Appennino meridionale, in Sicilia e i 1.400-1.600 dei monti sardi.

Luca Angelini

Sabato 17 qualche TEMPORALE sulle regioni ioniche e in Sardegna/span>