Sabato 20 marzo ore 10.37: è iniziata la primavera astronomica

Alle ore 10.37 nell’emisfero settentrionale è scattato l’Equinozio di primavera. L’inverno ormai alle spalle però non lesina di dispensare condizioni meteorologiche decisamente fredde su alcune zone dell’Italia dove ci sono anche alcune nevicate fino a bassa quota, specie al sud.

Nel giorno dell’equinozio (vale naturalmente anche per il prossimo corrispondente autunnale che cadrà il 23 settembre), il Sole sorge esattamente ad est e tramonta esattamente ad ovest. Per questo motivo il giorno e la notte hanno uguale durata di 12 ore e il Sole si trova allo zenith sull’Equatore, mentre in ogni altro luogo della superficie terrestre raggiunge un’altezza sopra l’orizzonte pari alla differenza tra 90° e la rispettiva latitudine.

La primavera astronomica ci terrà compagnia fino al 21 di giugno, quando alle ore 4.32 locali passerà il testimone all’estate.

Luca Angelini