Tra sabato e lunedì rischio NUBIFRAGI dalle Isole verso l’estremo sud

Per ora consideratelo solo un appunto da tenere a mente, dovendo attendere ulteriori aggiornamenti prima della conferma, fatto sta che l’Italia si avvia a breve a dover fronteggiare un’altra situazione meteo potenzialmente votata a creare nuovi problemi. Questa volta sotto osservazione saranno dapprima le Isole Maggiori, poi anche le estreme regioni meridionali.

Il disegno generale alla scala sinottica ci mostra infatti il flusso di aria fredda legato al vortice ciclonico ancora presente sul Mediterraneo, spingere fin sul nord Africa e da qui andare in conflitto con il nastro più mite e umido che si troverà a scorrergli sotto puntando l’Italia sotto forma di Scirocco. I contrasti termodinamici saranno nettissimi, con l’aria fredda che collasserà al di sopra di quella calda sollevandola violentemente sul mare e generando pertanto un corpo nuvoloso di tipo falciforme carico di temporali, che viaggerà dl Tirreno verso lo Ionio.

I fenomeni temporaleschi dovrebbero investire nella giornata di sabato 21 gennaio la Sardegna, per poi estendersi anche alla Sicilia nella giornata di domenica 22 e proseguire poi lunedì 23 verso Calabria, Puglia e Basilicata. Sulle regioni menzionate si attendono pertanto fenomeni piovosi intensi che potranno assumere di forte intensità soprattutto a ridosso dei settori tirrenici per quanto riguarda la Sardegna, e su quello ionici per quanto riguarda le altre zone.

Torneremo sul discorso nei prossimi aggiornamenti corredando il tutto anche con un video di chiarimento che verrà pubblicato venerdì sera. Non mancate.

Luca Angelini

Tra sabato e lunedì rischio NUBIFRAGI dalle Isole verso l’estremo sud