4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Scaldata lampo al sud nel weekend, si rivedono valori over 30 su molte zone

Non sarà un’ondata di caldo, nel senso tecnico del termine, tuttavia la possiamo definire come una rimpatriata nostalgica del caldo estivo, un colpo di coda della durata di una manciata di ore. L’aria calda che arriverà veloce sulle nostre regioni meridionali nel corso del prossimo fine settimana altro non è se non una “vampata” di ritorno;. Immaginate di aprire il forno bollente e di ricevere questa vampata sul viso come uno spostamento d’aria.

Ma perchè questa improvvisa e breve scaldata sulle nostre regioni meridionali, e in parte anche sulla Sardegna?

Tutto fa capo ad una saccatura, che è un centro di bassa pressione entro il quale è contenuta aria fredda polare, il cui asse è previsto disporsi dall’Artico scandivano fin sulle coste algerine. Dato il senso antiorario della circolazione, l’aria fredda verrà spinta a forza sul nord Africa e andrà a spostare bruscamente l’aria calda che qui staziona, costringendola a risalire verso le nostre regioni meridionali.

Bene, compresi i motivi, andiamo a vedere quali conseguenze porterà questa situazione.

Prima di tutto le correnti calde sud-occidentali si presenteranno sul nostro meridione a curvatura anticiclonica. Questo determinerà la dissipazione del tessuto nuvoloso nato in seno alla saccatura (e che invece interesserà le nostre regioni centro-settentrionali come vedremo in un prossimo editoriale) favorendo condizioni di tempo per buona parte soleggiato, soprattutto nella giornata di sabato.

In secondo luogo il tempo soleggiato e le caratteristiche termodinamiche della massa d’aria favoriranno l’impennata delle temperature che nei valori massimi potranno in diversi casi raggiungere e superare anche i 30°C, sia sabato che domenica.

La cartina in alto (click per aprirla) ci mostra il campo termico previsto per le ore centrali di sabato 16 settembre: notate i valori di picco – 32-34°C -attesi soprattutto in Puglia (dove si sommerà anche un ulteriore riscaldamento per effetto di sottovento), Calabria Basilicata e Sicilia.

Abbiamo parlato di scaldata lampo; infatti teniamo presente che tra lunedì 18 e martedì 19 settembre la progressione della saccatura atlantica sposterà l’asse di risalita dell’aria calda, che verrà sostituita da un canale decisamente più freddo, che porterà i valori a crollare su tutto il nostro meridione di diversi gradi, sino a sprofondare al di sotto della media.

Luca Angelini

Scaldata lampo al sud nel weekend, si rivedono valori over 30 su molte zone