20 October 2020

Seconda decade: aria fredda in Atlantico, mite sul Mediterraneo

Qualche anticipazione riguardante la possibile linea evolutiva a medio termine, ossia sino alla massima gittata previsionale possibile in relazione al grado di affidabilità, che riteniamo essere di circa una settimana. Entrami quindi nella seconda decade del mese di dicembre, verso il traguardo dell’inverno astronomico che però non sembra coincidere con quello climatico.

Le elaborazioni numeriche più recenti, esaminate ed analizzate in chiave probabilistica (la figura ci mostra la media di 50 previsioni), ci indicano un quadro non propriamente invernale per il Mediterraneo, che potrebbe essere interessato da correnti miti di origine subtropicale.

A partire dal prossimo weekend dunque temperature in rialzo su valori mediamente al di sopra della media, con scarti più rilevanti al centro e al sud, qualcosa meno al nord. Il tutto al netto di eventuali inversioni termiche, piuttosto probabili visto il campo anticiclonico che si andrà strutturando sul bacino del Mediterraneo in risposta ad un profondo vortice d’Islanda dislocato nel pieno dell’Atlantico.

Luca Angelini

Powered by Siteground