22 October 2020

Segnali di cambiamento, i primi TEMPORALI di venerdì al nord

Iniziamo a seguire passo passo il cambiamento del tempo che si manifesterà nelle prossime ore. Già oggi, venerdì 28 agosto, gli avamposti di una perturbazione legata ad una profonda area depressionaria in avvicinamento dall’Atlantico si avvicineranno dalla Francia, attivando i primi temporali a partire dalla regione alpina.

A livello sinottico avremo in quota aria via via più umida occidentale, un primo lieve calo termico e spiccata divergenza ciclonica. Al suolo invece permarrà ancora l’afflusso d’aria calda e umida, perlopiù orientale, in grado di alimentare i temporali che potrebbero già svilupparsi sulle Prealpi piemontesi e lombarde venerdì in mattinata. Entro metà pomeriggio i fenomeni tenderanno a interessare localmente anche le zone pianeggianti di queste due regioni. Nella seconda parte del pomeriggio e in serata i sistemi temporaleschi tenderanno a portarsi verso oriente interessando il Trentino, il Veneto e il Friuli. Qualche spunto temporalesco potrebbe anche interessare alcune zone di bassa pianura ma, pur risultando isolati ed occasionali, potrebbero comunque rivelarsi di forte intensità.

Il sistema di monitoraggio e previsione PRETEMP, che ha anche curato la cartina qui esposta, ha assegnato il livello 2 di pericolosità entro un’area che comprende le zone alpine e quelle padane a nord del Po per possibilità di improvvise e forti raffiche lineari in uscita dai temporali, grandinate di medie e grosse dimensioni (piccole ma con accumulo in quota sulle Alpi) e forti piogge concentrate.

Luca Angelini

Powered by Siteground