Una settimana con TEMPO instabile, la giornata peggiore giovedì

I motivi e le prospettive che ci portano a ritenere la settimana entrante alla stregua di quella appena passata, ossia all’insegna del tempo fresco e inaffidabile, ve lo ho già anticipate in linea generale in questo approfondimento. Ora non resta che seguire giorno per giorno quale sarà in concreto l’andamento meteorologico sulle nostre città.

Chi ricorda il video pubblicato venerdì 3 giugno, si aspetterà per la giornata di lunedì 6 gli effetti della scia di aria fresca proveniente dal nord Europa, quella che vi avevo preannunciato e che spingerà le fila temporalesche a interessare un po’ tutto il Paese, anche il sud peninsulare, in particolare la Puglia. Per il resto, quindi fino a mercoledì 8 giugno compreso, ancora acquazzoni ad orologeria, quindi prevalentemente pomeridiani, ossia intercalati a momenti di maggiore variabilità che concederanno anche ampi spazi di sole, soprattutto nella prima parte della giornata, ad eccezione probabilmente del Triveneto.

aQuesto però potrebbe non accadere nella giornata di giovedì 9 giugno allorquando un secondo impulso freddo in arrivo dal nord Europa (ma l’origine pare essere addirittura artica) potrebbe far sentire la sua influenza in modo un po’ più incisivo su tutta l’Italia esaltando ulteriormente la già fervente attività temporalesca, che in questo caso potrebbe dare i suoi frutti su tutto il territorio italiano, anche sulle Isole Maggiori (ne riparleremo comunque tra qualche giorno).

Venerdì 10 giugno aria più asciutta subentrerà al nord, sulla Sardegna e sulla Toscana, dove potrebbe esserci una pausa nelle precipitazioni, con il nord che pare avviato verso la prima giornata senza pioggia dopo due settimane. Ancora rovesci e temporali invece su gran parte del centro e del sud, con temperature che si porteranno lievemente al di sotto della media del periodo.

Nel weekend 11-12 giugno infine si prospetta una nuova fase caratterizzata da instabilità diurna, principalmente relegata alle zone interne, soprattutto montuose, in attesa di conoscere le intenzioni di un vortice che nel frattempo andrà preparandosi in Atlantico e che, in un modo o nell’altro, potrebbe risultare determinante per il tempo a medio-lunga scadenza. Sarà argomento che tratteremo nei prossimi editoriali.

Luca Angelini

Una settimana con TEMPO instabile, la giornata peggiore giovedì

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.