25 October 2020

Si rivedono la Bora e il Grecale, ma dureranno poco

Confermata la rinfrescata lampo che vi avevamo anticipato qualche giorno fa. La corrente fredda, diretta verso i Balcani, lambirà soltanto il nostro Paese, tuttavia un vortice attivo al largo del Portogallo, fungerà da calamita, risucchiando parte di quell’aria fredda che pertanto verrà a scorrere sull’Italia con venti di Bora e Grecale.

Si tratterà di un passaggio molto veloce, circa 24 ore in totale. La Bora irromperà sul Triveneto martedì mattina, per poi dilagare con il passare delle ore lungo la val Padana fino al completo riempimento della grande pianura con la nuova massa d’aria, che quindi inizierà a travasare sulla Liguria centrale. Si assisterà così ad un primo calo delle temperature, che risulterà comunque più sensibile sul Triveneto (anche 6-8 gradi in meno rispetto alle 24 precedenti).

Tra martedì pomeriggio e la giornata di mercoledì 15 aprile, l’aria fredda dilagherà anche sul resto dell’Italia, sospinta in questo caso da tesi venti di Grecale. Le regioni adriatiche, maggiormente esposte alla corrente fredda, subiranno un sensibile calo termico, anche 10 gradi rispetto ai valori di Pasquetta.

Da giovedì 16 invece tornerà la tranquillità anticiclonica, con contestuale rapida cessazione dei venti e rialzo delle temperature.

Luca Angelini

Powered by Siteground