4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Si sveglia l’autunno: fino a 300 millimetri di pioggia in Liguria

Sono caduti nelle prime 11 ore di domenica 5 novembre, ossia dalla mezzanotte all’orario di stesura del presente editoriale.

Come sempre accade con questo tipo di situazioni, l’arco ligure risente di fenomeni particolarmente abbondanti che traggono origine dal contrasto quasi stazionario tra l’aria mite e umida che risale dal mare e quella più fredda padana che filtra attraverso le vallate appenniniche.

Scirocco e Tramontana si sono dati appuntamento già nella giornata di sabato allineandosi lungo un asse di confluenza che ha puntato dapprima il ponente genovese, dove sono stati rilevati accumuli tra 35 e 45 millimetri e picchi di oltre 150 mm/h di rain rate (intensità oraria della pioggia) nel quartiere di Sestri Ponente/zona Erzelli (dati Rete Limet).

La linea di convergenza, corrispondente all’asse di sviluppo dei cosiddetti temporali rigeneranti, si è poi spostata verso ovest sotto la pressione del vento prevalente, lo Scirocco, ed ha concentrato nella notte intera i fenomeni di maggior rilievo nell’entroterra tra Genova e Savona, con accumuli fino 300 mm in Val d’Orba (su 1.000 totali dall’inizio dell’anno).

Lo sblocco provvidenziale determinato dall’ingresso del fronte freddo da ovest, intorno all’alba di domenica, ha scongiurato per un soffio (vedi la piena del torrente Orba) il manifestarsi di fenomeni alluvionali.

Report Luca Angelini

         Dati Rete Limet

Si sveglia l’autunno: fino a 300 millimetri di pioggia in Liguria