Siccità a oltranza; Piemonte irriconoscibile

Il perdurante stato di siccità che attanaglia il Piemonte sembra non avere fine. Impressionanti sono le immagini che giungono in queste ultime settimane in particolare dalle aree alpine, completamente senza neve al suolo fino ad oltre 2.000 metri di quota. Il Lago di Ceresole Reale (TO, vedi figura), nel Parco del Gran Paradiso, è ormai senza una goccia d’acqua. Letteralmente prosciugato dall’assenza di precipitazioni che, in questa fetta di territorio piemontese, permangono ben sotto media da oltre un anno e con temperature anomale da dicembre.

E la tendenza a lungo termine rimane abbastanza inquietante in tal senso, in quanto non sembrano probabili perturbazioni atlantiche, neanche per la prima decade di marzo. Basti pensare che su Torino, dall’1 dicembre 2021, sono caduti circa 15 millimetri di pioggia (concentrati prevalentemente nella nevicata dell’Immacolata), con un deficit dell’85% nell’ultimo trimestre.

Andrea Vuolo