9 July 2020

Sono giornate splendide per andare in montagna

Complice la potente cellula di alta pressione, che è prevista stazionare ancora a lungo sui cieli dell’Europa e dell’Italia, le condizioni meteorologiche saranno tra le più favorevoli per chi ha intenzione di programmare uscite in montagna, in modo particolare sulle Alpi, e sull’Appenino centro-settentrionale. Qualche annuvolamento di passaggio su queste zone solo venerdì 10, mentre nel weekend li ritroveremo sull’Appennino meridionale e sui monti delle Isole.

Le temperature in quota sono relativamente alte per la stagione per via di un marcato fenomeno di inversione termica. Pensate che la notte su giovedì 9 gennaio la temperatura minima rilevata al Plateau Rosa (3.480m) sopra Cervinia è stata di -2°C con cielo sereno e aria secca, a Milano -1°C con nebbia congelantesi, quindi ben più fastidioso. Lo zero termico è previsto attestarsi mediamente intorno a 1.800-2.000 metri in libera atmosfera, il che significa che sulle nostre montagne potrebbe rivelarsi più elevato durante il giorno per via del costante soleggiamento.

Il passare dei giorni dalle ultime nevicate hanno consentito anche un generale assestamento del manto nevoso. Il pericolo di valanghe previsto sulle Alpi per venerdì 10 e il weekend risulta moderato (livello 2) sulle cime di confine delle Cozie tra le valli piemontesi e la Francia, su quelle ossolane di confine con la Svizzera, sulle Alpi Lombarde e lungo i confini delle Carniche e le Giulie. Altrove pericolo minimo. Prestiamo comunque la dovuta attenzione.

Luca Angelini

Powered by Siteground