19 November 2019

Stratwarming antartico da record, le possibili conseguenze

Un rilevante riscaldamento in atto nella stratosfera polare antartica sta modificando gli esordi della primavera australe. Come è noto, tale evento, se si manifesta in forma estrema come in questo caso, può determinare conseguenze anche vistose nella circolazione del bassi strati.

Nei prossimi giorni infatti la risposta diretta a tale fenomeno sarà una intensa ondata di freddo interesserà la Nuova Zelanda prima (tra lunedì 16 e giovedì 19 settembre), e l’Australia poi (settimana successiva), dove le temperature potranno scendere anche 10 gradi al di sotto della media stagionale. Intanto ad alta quota il sole radente inizia a modificare lo strato di ozono e, risentendo di questo forte riscaldamento, potrebbe accelerare la consueta apertura primaverile del buco.

Ripercussioni sulla circolazione nel nostro emisfero?

Nessuna influenza diretta. Qualche modifica indiretta potrebbe invece avvenire a carico della circolazione tropicale e quindi anche della stagione degli uragani, specie nel settore atlantico, che potrebbe ricevere un surplus di energia.

Luca Angelini

Powered by Siteground