4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Sud e Isole Maggiori, quasi estate la prossima settimana

La storia si ripete, se non altro perchè la Fisica non è un’opinione. Così, se poniamo sul braccio di una bilancia un carico da undici, ci dobbiamo attendere che dalla parte opposta il piatto salga quanto più non possa.

Questo accade anche in atmosfera dove, se da un lato si manifesta una poderosa discesa di aria fredda, ens-spaghetti-napolidall’altra l’aria calda spostata proprio dall’aria fredda che è andata ad occuparne il posto, salirà ad invadere latitudini lontane. Questo meccanismo, in estrema sintesi, è quello che ci potrebbe inviare nel corso della prossima settimana, una massiccia invasione di aria calda dal nord Africa.

Al momento, come avevo avuto modo di anticiparvi in questo precedente approfondimento, pare che le nostre regioni meridionali, e con esse anche le Isole Maggiori, potranno risentire appieno di questa ondata di mitezza fuori stagione.

 

Una possente discesa di aria fredda dal nord dell’Atlantico fino all’altezza delle isole Canarie, determinerà infatti come risposta, una altrettanto vistosa invasione di aria calda dall’entroterra dell’Africa nord-occidentale verso il Mediterraneo centrale.

ens-850hpaPrendendo per buone le simulazioni numeriche condotte con i dati attuali, il target dell’evento dovrebbe collocarsi tra lunedì 24 e giovedì 27 ottobre, con apice tra il 24 e il 25 del mese. Lo scarto termico rispetto alla media del periodo (terza decade di ottobre), potrebbe potare temperature superiori alla media fino a 6-8°C. Considerando che, ad esempio città come Palermo o Napoli, che rispettivamente farebbero misurare valori massimi diurni dell’ordine di 23°C e 22°C, si può ben capire il significato del titolo di questo stesso articolo.

Luca Angelini

Sud e Isole Maggiori, quasi estate la prossima settimana