18 January 2021

TEMPERATURE: ci terremo il FRESCO sino a fine mese o tornerà a fare CALDO?

deviazioneDopo la batosta calda dell’ultimo mese e mezzo, l’interrogativo che frulla nella mente e va per la maggiore da un capo all’altro dell’Italia è se questa frescura, guadagnata con il “sudore” della fronte, sarà un patrimonio sul quale potremo contare oppure se prima o poi tornerà a fare caldo. Per risolvere il quesito, non dobbiamo fare altro che scorrere gli adeguati prodotti messi a disposizione dai Centri di Calcolo e tentare di allungare l’orizzonte sino a tutta la prossima settimana (23 agosto).

Ebbene, dalle prime risultanze possiamo tirare un sospiro di sollievo: le fastidiose ingerenze delle masse d’aria subtropicali associate al famigerato anticiclone del nord Africa, pare non debbano più oltrepassare i confini del Mediterraneo. Questo per la discesa in latitudine del flusso portante legato alla Corrente a Getto Polare, che viene a sfiorare in più occasione le sponde del Mare Nostrum. Una discesa in latitudine che evidenzia l’incipiente raffreddamento stagionale della calotta artica.

graficoQuel che rimane di quella enorme bolla d’aria calda è ora isolato sulla penisola Scandinava ed entro fine mese verrà riassorbito e neutralizzato dalla circolazione depressionaria polare, non senza aver prima fatto da guida ad ulteriori impulsi di aria instabile a carico delle nostre latitudini. Tra questi segnaliamo la passata temporalesca prevista per il nord e il centro tra martedì e mercoledì (qualche temporale possibile in allungo anche verso la Sicilia) e un altro possibile “disturbo” per così dire, intorno al 25-26 agosto prossimi (naturalmente da confermare).

Il profilo termico rimarrà pertanto ancorato su valori appena inferiori alla media al nord e su parte del centro sino a giovedì 20, fino a mercoledì 19 al sud e sulla Sardegna, salvo poi risalire di qualche grado e riportarsi su valori prossimi alla media per il periodo successivo.

Resta ora solo da tenere sotto osservazione la possibilità di una lieve scaldata dopo il 25 agosto a partire dal sud, evento che viene suggerito al momento dalle medie di ensemble, pur con elevato score tra i vari scenari, che rendono l’ipotesi decisamente inaffidabile. Torneremo sull’argomento nel corso dei prossimi giorni.

Luca Angelini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.