8 April 2020

Temperature fuori norma, ma il vero problema è la mancanza di pioggia

Italia in rosso, e non è il titolo di un musical teatrale, ma della situazione seria in cui ci stiamo trovando alla fine dell’inverno. La cartina proposta in figura, elaborata dalla NOAA americana è assolutamente eloquente e ci mostra in percentuale lo stato della piovosità registrata a gennaio.

Le zone rosse sono quelle dove è piovuto molto meno del normale o addirittura non è piovuto affatto. Guardate: Piemonte, Valle d’Aosta, Triveneto, gran parte del centro (eccetto la Toscana) e tutto il sud. Tutte le regioni sono accomunate da un unica grande anomalia: la mancanza quasi totale di piogge.

E così, dopo le piene di novembre, i fiumi ora sono in secca, primo fra tutti il Po. Infatti anche le altre regioni, rappresentate in colore marrone, non stanno molto meglio, e soffrono anch’essi di una stato di siccità meteorologica evidente, anche se meno grave.

Se non dovesse piovere ancora per molto, e d’altra parte sino a fine mese non si scorgono segnali di cambiamento, la situazione potrebbe farsi via via più critica, a partire dalla Sicilia, la regione che al momento è messa peggio di tutte, in termini di siccità, non solo meteorologica, ma anche idrica e agricola.

Luca Angelini

Powered by Siteground