18 January 2019

Temperature sotto media, fin quando durerà?

Da diversi giorni l’andamento delle temperature sull’Italia segue un disegno ben preciso: in linea con la media, brevi sbalzi sopra, ma più spesso sotto al nord, decisamente al di sotto della media sul resto del Paese. Come sappiamo questo stato dell’arte deriva dalla presenza pressochè costante di correnti settentrionali convogliate da una figura di alta pressione disposta lungo i meridiani occidentali europei e sul vicino Atlantico.

Ora la domanda che molti lettori ci pongono è fino a quando permarranno queste condizioni?

La risposta a dire il vero non è per nulla scontata. Come è possibile notare dal grafico in figura (clic per aprirla), l’orizzonte temporale sul quale possiamo contare in termini di previsione e attendibilità, è molto breve, al più sino alla metà di gennaio. Dopo tale limite la predicibilità si deteriora molto rapidamente, anche perchè rimane in bilico il processo in atto nella stratosfera polare, la cui propagazione verso il basso è attualmente in fase di stasi.

Dunque per ora limitiamoci ad osservare quanto segue:

REGIONI SETTENTRIONALI: temperature in calo su valori al di sotto della media sino al 13 gennaio, A seguire evoluzione non attendibile.

REGIONI CENTRALI e SARDEGNA: temperature lievemente al di sotto della media, in ulteriore calo con scarti sino a 4-5°C fino al 13-14 gennaio. A seguire evoluzione non attendibile.

REGIONI MERIDIONALI: temporaneo rialzo delle temperature intorno ai valori medi del periodo il 9 gennaio, poi nuova diminuzione su valori decisamente al di sotto fino al 14 gennaio. A seguire evoluzione non attendibile.

Luca Angelini