Temperature: tra domenica e lunedì illusione fresca su…

… ve lo dico subito: su Isole Maggiori ed estremo sud dell’Italia. Ma perchè si tratterà di un’illusione? Per il semplice fatto che non faremo in tempo ad apprezzare questo refolo di aria relativamente più fresca, che tutto tornerà come prima. D’altra parte siamo nel periodo forte dell’estate, quello dove anche la statistica ci indica che le alte pressioni possiedono una marcia in più.

Così, in coda ad un modesto cavo d’onda depressionario, che abbiamo descritto in questo approfondimento, ecco subentrare a gran velocità un nuovo rialzo della pressione dovuto ad una cresta d’onda, colma di aria calda di origine subtropicale.

Ma focalizziamo l’attenzione sulla parentesi relativamente fresca che attende alcune regioni dell’Italia tra domenica 24 e lunedì 25 luglio: si tratta di una massa d’aria dalle caratteristiche marittime e originaria delle medie latitudini che si infiltrerà essenzialmente attraverso i valichi francesi di Carcassona e del Rodano e che perverrà al traverso del Mediterraneo sotto forma di vento di Maestrale.

Normale quindi che siano le Isole Maggiori e l’estremo sud dell’Italia a risentire di questa infiltrazione. In Sardegna, dove venerdì si raggiungerà l’apice del caldo, si avvertirà nel giro di 48-72 ore un calo anche di 10°C, passando da valori superiori alla norma di 6-7°C a valori sotto la norma fino a 3-4°C.

Sulle altre regioni interessate, essenzialmente Sicilia, Calabria, Basilicata e Campania, il calo sarà quantificabile in circa 3-5°C, il che sarà sufficiente a riportare le temperature a cavallo della media relativa alla terza decade di luglio, con qualche locale sconfinamento al di sotto. Lo stesso Maestrale riuscirà a lambire anche le restanti regioni del centro e del sud, interessate anche da qualche temporale come descritto in questo editoriale, ma il calo sarà appena apprezzabile e avvertibile sostanzialmente con una maggior ventilazione.

Luca Angelini

Temperature: tra domenica e lunedì illusione fresca su…

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.