26 January 2021

Tempo e temperature, prime anticipazioni sul giorno di NATALE

Natale si avvicina, ma ad oltre una settimana di distanza dall’obiettivo della nostra previsione, possiamo solo dare una prima infarinatura, stilare una prima linea di tendenza a livello generale, senza scendere nei dettagli. Il segnale è quello che si può cogliere delle elaborazioni probabilistiche a media scadenza messe a disposizione dal Centro di Calcolo di Reading. Andiamo dunque a commentarli.

Prima carta (qui sotto): rappresenta l’altezza della superficie di 500hPa. E’ lo scenario medio di 50 previsioni. Possiamo subito notare due particolari, il primo è la presenza di una saccatura sul nord Europa con asse disposto lungo i meridiani dal Baltico alla penisola Iberica. Il secondo dettaglio (non di poco conto) è un segnale soddisfacente, un discreto margine di affidabilità di questo quadro. Con una siffatta situazione l’Italia si troverebbe sotto l’influenza di correnti sud-occidentali che, al centro-nord, si presenterebbero a curvatura ciclonica. Su queste zone non è pertanto esclusa la possibilità di un graduale peggioramento del tempo, anche se più “sbilanciato” verso la giornata di Santo Stefano.

Carta in alto (e sotto in fondo all’articolo): ci mostra un parametro importantissimo, poichè ci indica la probabilità di avere temperature inferiori allo zero. Come risulta chiaramente, questa probabilità sarà elevata praticamente solo sull’arco alpino. Questo vale a dire che il limite dello zero termico sarà relativamente elevato e tale da escludere la possibilità che le eventuali precipitazioni (previste ricordiamo soprattutto per Santo Stefano),possano manifestarsi a carattere nevoso sino in pianura.

Concludendo dunque, si profila un Natale incerto, ma non freddo (per la stagione). Qualche pioggia in arrivo al centro-nord, soprattutto a Santo Stefano, più mite e soleggiato al sud. Ovviamente tutto ciò andrà confermato. Salvate questo sito tra i vostri “preferiti” e rimanete quindi con noi.

Luca Angelini