Temporali, vento forte e nevicate in montagna, le ultimissime sul MALTEMPO di domenica 28

Due cartine per comprendere l’evoluzione meteorologica delle prossime ore: la prima in alto (clic per aprirla) rappresenta la distribuzione delle masse d’aria alla quota media di circa 1.500 metri. Come potete notare, sul Mediterraneo è attiva una profonda area ciclonica con perno nei pressi della Francia meridonale. Questa figura richiama da una parte aria fredda (frecce blu) che sfila oltralpe e si inserisce poi all’altezza delle Baleari, e aria calda (frecce rosse) che risale dal nord Africa e attraversoa per intero il nostro Paese con venti di Libeccio in quota e di Scirocco al suolo.

Le due masse d’aria vengono in contatto lungo una perturbazione ben visibile con il suo ramo caldo (aria calda che avanza verso nord sorvolando l’aria fredda) all’altezza delle Alpi e il ramo freddo (aria fredda che avanza verso est sollevando l’aria calda che si trova davanti) ad ovest della Sardegna.

Dunque sono due i motivi che presiedono al maltempo di domenica 8 ottobre: il primo è proprio l’azione di questa perturbazione, la seconda è dovuta allo sbarramento imposto dalle catene montuose nei confronti delle masse d’aria in movimento. Per l’Italia queste correnti provengono da sud e pertanto i fenomeni piovosi più abbondanti (cartina qui a fianco) si confermano distribuirsi a ridosso del versante sud-alpino, sulla Liguria e lungo l’intero versante tirrenico. Sui settori racchiusi entro la bordatura gialla saranno anche possibili temporali.

Da notare che lungo l’arco alpino corre la cerniera tra l’aria calda e fredda e ciò determina uno sbalzo anche notevole delle quote neve tra i due versanti: anche fino a 1.000 metri sui settori esteri, sopra i 2.000 su quelli italiani. Ora però lavanzata del fronte caldo causerà un rialzo del limite delle nevicate intorno a 2.000 metri anche a nord delle Alpi.

I fenomeni intensi proseguiranno anche nella giornata di lunedì 29 e localmente potrebbero risultare ancora più abbondanti. Vista la natura delicata della situazione si invita tutti a seguire le allerte ufficiali della Protezione Civile, che potete controllare in tempo reale nella nostra apposita pagina, ma che puntualmente pubblicheremo anche negli approfondimenti sul sito.

Luca Angelini

Temporali, vento forte e nevicate in montagna, le ultimissime sul MALTEMPO di domenica 28