9 December 2019

Tifone Hagibis punta il Giappone, a rischio anche Gran Premio di F1

E’ l’anno dei cicloni tropicali che raggiungono la massima potenza sviluppandosi a tempo di record. Dopo le recenti vicende che hanno agitato l’Atlantico, l’attenzione si sposta ora sul Pacifico, dove il super tifone Hagibis, categoria 5 (la massima) della scala Saffir-Simpson, punta minacciosamente il Giappone.

La densità molto elevata del Paese del sol levante rende davvero delicato questo passaggio che la modellistica numerica vede il possibile impatto con la terraferma nelle primissime ore di sabato 12 ottobre.

Attualmente la tempesta si trova sul mar delle Filippine e sta scatenando venti compresi tra 194 e 277 km/h. Per le prossime ore ci si aspetta comunque che il tifone perda potenza prima di colpire le coste di Okinawa e del meridione del Giappone, ma presentandosi sempre a livello 2-3 e quindi potenzialmente distruttivo.

Le autorità locali, tra l’altro, dovranno anche gestire le prove del Gran Premio di Formula Uno previste a Suzuka proprio sabato, evento per il quale sarebbero a rischio migliaia di persone. La decisione finale spetterà alla Fia, che si pronuncerà domani (venerdì). Il gran Premio di Suzuka ha già due precedenti, nel 2004 e nel 2010, quando le qualifiche furono disputate la domenica mattina prima della gara del pomeriggio.

Report Luca Angelini

Powered by Siteground