TLC nel Mediterraneo: è un fenomeno davvero così raro?

TLC è l’acronimo di Tropical Like Cyclone, ovvero ciclone dalle caratteristiche simili a quelli tropicali. Ecco l’immagine satellitare del Sat Terra-MODIS (Cortesia NASA WorldView EarthData) che mostra il TLC (o Medicane) risalente al 18 novembre 2017.

A differenza di quanto possa sembrare, queste tempeste non sono così rare nel Mare Nostrum: negli ultimi 30 anni, infatti, ne sono stati registrati almeno una ventina (dico almeno perché non ci sono statistiche ufficiali e nomenclature universalmente riconosciute come i “cugini” tropicali). I TLC sono in genere di potenza inferiore (o molto inferiore) rispetto a quelli attorno ai Tropici, principalmente per tre motivi.

  1. Hanno bisogno di molta energia termica (acque calde) e ovviamente ai tropici le acque superficiali possono essere molto più calde rispetto al Mediterraneo
  2. Hanno bisogno di molta massa allo stato liquido, proprio perché capacità termica (fenomeno fisico) è data da C = m * c, ovvero è direttamente proporzionale alla MASSA in gioco (in questo caso acqua); è facile capire che l’oceano è molto ma molto più grande del Mediterraneo, pertanto esso può fornire molta più capacita termica
  3. Poichè gli uragani traggono la loro energia dal calore delle acque superficiali, perdono di intensità rapidamente quando toccano la costa, pertanto c’è bisogno di una vastissima area senza terraferma, cosa che ovviamente non c’è nel Mediterraneo

I TLC (e altresì gli uragani) potranno diventare più frequenti e/o più intensi in futuro? Non si può rispondere al volo, ci vorrebbero studi di settore avanzati, io mi baso sulla termodinamica e vi pongo la seguente semplificazione (sempre valida): la quantità di calore di un corpo è Q = c*m*dT; lasciando stare tutta la terminologia fisica (mi scuso se non l’ho scritta in maniera corretta ma dovrei farlo a mano…) si può affermare che la quantità di calore assorbita da un corpo è PROPORZIONALE alla variazione di temperatura. In un mondo più caldo, il delta termico è maggiore, quindi aumenta la quantità di calore assorbita, quindi aumenta anche la POSSIBILITA’ di avere fenomeni di questo tipo.

Davide Santini

TLC nel Mediterraneo. Un fenomeno così raro oppure no?