29 March 2020

Troppi incidenti in montagna, facciamo attenzione a METEO e stato della NEVE

INCIDENTI: nell’ultima settimana sono purtroppo giunte diverse notizie di gravi incidenti occorsi sulle Alpi. La maggior parte di questi sono riconducibili ad un improprio approccio con lo stato dei terreni, abbondantemente innevati, condotta che in alcuni casi ha avuto anche esito mortale.

TENDENZA METEO: per agevolare tutti coloro che hanno in programma attività escursionistiche, alpinistiche o scialpinistiche raccomandiamo anzitutto di consultare gli ultimi bollettini meteo. Nelle prossime ore infatti, in particolare nelle giornate di lunedì 9 e martedì 10 dicembre, sono attese nevicate a ridosso dei versanti esteri delle Alpi, con coinvolgimento anche dei settori di confine, unitamente a locali sconfinamenti anche su quelli italiani per forti e freddi venti da nord-ovest. La quota neve è prevista abbassarsi da 800-1.000 metri sono a livelli di fondovalle alle testate della Valle d’Aosta, Ossola, alta Valtellina, alta Val Chiavenna, valle Venosta e valle Aurina.

L’AINEVA al momento stima un pericolo di valanghe più elevato sui settori occidentali e centrali, minore su quelli orientali. Tale stima subirà importanti modifiche nei prossimi giorni proprio per le precipitazioni di cui abbiamo parlato, che modificheranno ulteriormente l’assetto del manto nevoso su tutto il comparto alpino, specie lungo i settori più settentrionali.

Luca Angelini

Powered by Siteground