24 January 2021

Ultima settimana di agosto al caldo, ma non per il sud

Terzo appuntamento per approfondire la questione aperta qualche giorno fa e incentrata sulla probabilità emersa dalle elaborazioni numeriche, secondo le quali agosto potrebbe presentarci un finale caldo. Una premessa: con il termine “caldo” che come sapete indica essenzialmente una percezione soggettiva, intendo indicare un periodo con temperature al di sopra della media stagionale e non necessariamente caratterizzato da temperature estreme come valore assoluti.

Detto questo si conferma di ora in ora il prospetto che vi avevo tracciato nel precedente editoriale, con il rallentamento delle correnti portanti a causa del blocco eretto sulla Russia per mano di una imponente figura di alta pressione.

A questo punto chi non volesse approfondire l’analisi tecnica e saltare subito al dunque può andare in fondo all’articolo alla voce “conclusioni“.

ANALISI: il ponte che si andrà instaurando tra figura anticiclonica russa e quella nord-africana in risalita dall’entroterra algerino, si farà carico di trasportare aria molto calda dal Sahara occidentale verso la Mitteleuropa. La via più probabile dello scorrimento caldo seguirà la linea di minimo dispendio energetico, quella che farà ponte tra i continenti senza attraversare lunghi tratti di mare e passando quindi attraverso Gibilterra e la Spagna, per poi proseguire verso la Francia. Quanto descritto si compirà tra lunedì 22 e martedì 23 agosto quando inizierà a presentarsi anche sul nostro settentrione subentrando all’aria fresca precedentemente affluita a seguito della perturbazione del weekend (vedi video allegato).

In questo modo l’anticiclone si presenterà con asse lievemente inclinato, il che favorirà il richiamo di aria relativamente più fresca lungo il suo bordo orientale, aria fresca prelevata da un vortice isolatosi sui Balcani e destinata alle nostre regioni meridionali. Caldo si, ma non per tutti dunque e anche questa è una conferma. Con il passare dei giorni il flusso caldo andrà ad invadere il nord e gran parte del centro (soprattutto il versante tirrenico), mentre dovrebbe escludere per il momento il medio versante adriatico e il sud. Trattandosi di aria continentale, non dovrebbe generare fenomeni di instabilità e accompagnarsi invece a tempo in prevalenza soleggiato.

Andiamo quindi a ricapitolare quanto detto e arrivare alle CONCLUSIONI.

Al NORD temperature in rialzo a partire da martedì 23 agosto. I valori si porteranno sopra la media fino a 5-6°C con probabile apice intorno al 26-27 agosto e probabile durata sino a fin mese. La fase calda si accompagnerà a tempo per gran parte soleggiato, inizialmente asciutto, poi più umido e fastidioso a partire da metà della prossima settimana.

Al CENTRO temperature pressochè stazionarie su valori superiori alla media lungo il versante tirrenico, in calo invece su quello adriatico e in SARDEGNA tra il 23 e il 25 agosto per le infiltrazioni fresche sopra descritte, cui seguirà una risalita sopra la media sino a fine mese. Anche in questo tempo in prevalenza soleggiato e asciutto.

Al SUD aria fresca in arrivo tra il 23 e il 25 agosto, cui seguirà un successivo riallineamento alla media da metà della prossima settimana e poi una possibile risalita al di sopra della norma, seppur di poco, prima di fine mese. Anche qui sole quasi incontrastato.

Luca Angelini

Ultima settimana di agosto al caldo, ma non per il sud

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.